BlacKkKlansman in blu-ray, recensione: look e suoni anni ’70 per il gran ritorno di Spike Lee

La recensione del blu-ray di BlacKkKlansman: Universal propone una parte tecnica al top con audio e video di grande livello. Peccato per gli extra, davvero una delusione. Ha vinto il Gran prix speciale della Giuria all’ultimo festival di Cannes, vanta sei candidature agli Oscar, fra cui quelle per il miglior film e il miglior regista: basterebbero questi dati per sottolineare come BlackkKlansman, l’ultimo lavoro di Spike Lee, sia non solo un’opera riuscita e magicamente in equilibrio tra denuncia antirazzista, polemica e commedia, ma come proprio per queste qualità fosse anche atteso in homevideo. E per chi se l’è perso al cinema, proprio l’uscita casalinga è l’occasione per scoprire un film da non perdere, non solo per l’argomento interessante e la mirabile regia, ma anche per le sorprendenti …
Precedente Brie Larson star e regista di Unicorn Store e Lady Business, film in arrivo su Netflix Successivo Star Wars avrebbe creato un paradosso nel Marvel Cinematic Universe!